Collezione Permanente

Collezione permanente

Collezione permanente
Dal 1989 il Museo della Bilancia, attraverso l’esposizione di numerose bilance provenienti da tutto il mondo e che coprono un periodo che va dall’epoca romana ai giorni nostri, offre la possibilità di ripercorrere l’evoluzione degli strumenti per pesare, di scoprirne curiosità e segreti e di gustarne la bellezza e la cura dei particolari.
 
Ad oggi il patrimonio di strumenti di proprietà del Museo è costituito da 1177 numeri di inventario, di cui tre quarti sono bilance di vario genere e il rimanente è composto da pesi (anche monetari) e pesiere, misure lineari e misure di capacità sia per aridi che per liquidi.
 
E' possibile consultare nel Catalogo del patrimonio culturale dell'Emilia-Romagna (realizzato dall'Istituto per i Beni per i Beni Artistici, Culturali e Naturalistici della Regione Emilia-Romagna) le schede relative alle bilance del Museo.
 
Alcuni esempi
Le bilance rappresentate in Collezione sono di diverse tipologie:
  • Bilance a bracci uguali (sospese, a colonna, in custodia, in vetrina)
  • Stadere (semplici, a doppia portata, composte, a fulcro mobile)
  • Bascule (classiche, di Quintenz, da banco e aeree, bilici automatici)
  • Bilance a sospensione inferiore (di tipo Beranger, tipo Roberval normale, Roberval invertito)
  • Bilance a pendolo (semplice o doppio)
  • Bilance a molla (a compressione, a trazione)
  • Bilance ad altalena
  • Bilance rocker
  • Bilance a torsione
  • Bilance semiautomatiche
Foto